MSC Grandiosa Msc crociere

2019-2020, i numeri dell’Italia delle crociere che cresce

Ancora buone notizie per l’Italia delle crociere. E questa volta arrivano da oltreoceano, precisamente dal Seatrade Cruise Global che si è tenuto nei giorni scorsi a Miami.

Sergio Senesi, presidente di Cemar Agency Network di Genova, ha annunciato che l’Italia delle crociere ha ricominciato a crescere, allineandosi al trend internazionale. Le previsioni 2019 e 2020 per il settore crocieristico nei porti italiani sono molto incoraggianti. “In Italia le crociere sono nuovamente in forte crescita. Nel 2019 si prevede un +7,13% in termini di passeggeri movimentati – ha dichiarato Senesi – Ma soprattutto, le previsioni 2020, segnano un ulteriore +7,88%. Ritengo che un risultato così positivo vada ricondotto principalmente alle nuove unità che stanno entrando a far parte di tutte le più importanti flotte di navi da crociera”.

Nel dettaglio Cemar Agency Network stima che, al termine del 2019, saranno 11.911.000 i passeggeri movimentati nei porti italiani (+7,13% rispetto al 2018). Le toccate nave saliranno a 4.860 unità, mentre saranno 149 le navi in transito nelle acque italiane in rappresentanza di 46 compagnie di navigazione.

Le primissime valutazioni per il 2020 risultano molto positive. Le proiezioni indicano un’ulteriore crescita del settore, che consentirà di sfiorare i 13 milioni di passeggeri movimentati (+7,88% rispetto al 2019).

Nel 2019 il traffico crocieristico coinvolgerà 70 porti italiani. Resta il primato di Civitavecchia, con 2.567.000 passeggeri movimentati (+5,13% rispetto al 2018). A seguire Venezia con 1.544.000 passeggeri (-1,06%) e Genova con 1.343.000 passeggeri (+32,79%). Al quarto posto Napoli con 1.187.000 (+20,35%), poi Livorno con 812mila (+3,29%). La classifica dei primi 10 porti italiani si chiude con Savona, Bari, La Spezia, Palermo e Messina.

Tra le compagnie che nel 2019 movimenteranno il maggior numero di passeggeri nei porti italiani, il podio è occupato da Msc Crociere (3.622.000 pax), Costa Crociere (2.725.000 pax) e Norwegian Cruise Line (863mila pax).

Considerando i singoli mesi, quelli più trafficati saranno: ottobre (1.744.000 passeggeri e 781 scali), giugno (1.505.000 passeggeri e 614 scali), settembre (1.497.000 passeggeri e 627 scali) e maggio (1.488.000 passeggeri e 687 scali); i meno trafficati saranno ovviamente quelli invernali: febbraio (166mila passeggeri e 59 scali) e gennaio con 193mila passeggeri e 60 scali). Il giorno più trafficato sarà l’11 ottobre con oltre 73mila passeggeri movimentati in una sola giornata

“Le previsioni positive per il biennio 2019-2020 non ci devono indurre ad abbassare la guardia – aggiunge Senesi, sottolineando come ci siano ancora ampi margini di sviluppo – L’Italia è infatti la prima destinazione crocieristica del Mediterraneo, e grazie alle prossime nuove navi sempre più “green” in consegna durante questo biennio, ci sarà ulteriore spazio di crescita”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *