crociere Sardegna

Ecco il 2020 delle crociere secondo Clia

L’industria delle crociere chiude l’anno dei record e promette un 2020 di nuovi primati. Clia ha presentato il “2020 State of the Cruise Industry Outlook”, con numeri, aspettative, tendenze e analisi sul settore.

La previsione è di 32 milioni di passeggeri (2 milioni in più rispetto a quest’anno) Debutteranno 19 nuove navi da crociera, arrivando a un totale di 278 navi da crociera associate a Clia. Il 32% di queste nuove unità sarà posizionato ai Caraibi e il 17% nel Mediterraneo.

Crociere e sostenibilità

La Cruise Lines International Association (Clia) – che riunisce le principali compagnie di crociera al mondo – ha individuato alcuni trend per il 2020. E il primo fra tutti è il tema della sostenibilità ambientale, con l’identificazione e lo sviluppo di tecnologie e carburanti più puliti. Sono stati investiti 22 miliardi di dollari per innovazioni ad alta efficienza energetica con l’obiettivo di ridurre il tasso di emissioni di carbonio del 40% nel 2030 rispetto al 2008.

Le compagnie di crociera hanno adottato tecnologie impensabili fino a meno di un decennio fa: il gnl (gas naturale liquefatto), che rende le emissioni di zolfo praticamente pari a zero; i sistemi di pulizia dei gas di scarico (ecgs); i sistemi avanzati di trattamento delle acque reflue; la potenza a terra, ovvero il fatto che le navi siano dotate della possibilità di spegnere i motori e ricevere l’elettricità a terra nei porti.

Gestione e cura delle destinazioni delle crociere

Aumenta la domanda, quindi i flussi di viaggiatori, e aumentano anche le destinazioni insieme a tutto il settore delle crociere. Cresce di conseguenza la responsabilità nel promuovere rispetto e cooperazione verso i luoghi che si visitano. Il secondo trend per Clia riguarda il preservare le destinazioni. In collaborazione con le comunità locali, la crocieristica lavorando sulla gestione dei flussi, su escursioni diversificate, sul potenziamento delle infrastrutture portuali, sull’apporto economico che i passeggeri hanno per le destinazioni visitate.

Gli altri temi clou del 2020 per le crociere

Clia per il 2020 stima anche un aumento dei soggiorni per i crocieristi che si fermeranno qualche giorno nei porti imbarco o di sbarco, pre o post crociere e saranno circa il 65%.

Si prevede una crescente attenzione da parte degli ospiti alla riduzione della plastica (8 su 10 riciclano). Migliora inoltre l’opinione sui viaggi in crociera della generazione X (+66%) e dei Millennial (71%) rispetto a due anni fa.

L’industria diventa sempre più attenta al viaggiatore single, con cabine che hanno funzione di studio, attività ed eliminazione dei supplementi. Crescono infine le minicrociere, con itinerari tra i tre e i cinque giorni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *