Cocktail e ristoranti in crociera: cosa scegliere e come vestirti

Il mangiare in crociera, cosa c’è da sapere

Il mangiare in crociera è uno degli aspetti centrali del viaggio. Oggi ancor più che negli anni e nei decenni passati, vista la grande attenzione dedicata all’enogastronomia e alle buone pratiche per un’alimentazione sana ed equilibrata.

Ma come si mangia in crociera? Pur con tutte le differenze che ci possono essere tra le varie compagnie come Costa Crociere, Msc Crociere, Norwegian Cruise, Royal Caribbean, oggi qualità e quantità di cibo in crociera sono garantite. È facile farsi prendere la mano e approfittare della disponibilità di prodotti, per cui non c’è da stupirsi se al ritorno dal viaggio c’è chi dice di pesare almeno un paio di chili in più.

Caratteristica delle navi da crociera è la disponibilità di cibo a tutte le ore del giorno e della notte. Oltre ai ristoranti e ai bistrot per pranzi e cene, c’è la vasta offerta del buffet. A bordo si può spaziare dal take away alla gastronomia stellata, passando per cucine tipiche, piatti a tema, fusion, pizza e ricette tradizionali. Oggi anche chi ha gusti particolari e palati complicati dovrebbe essere soddisfatto del come si mangia in crociera, poiché troverà piatti e menu in grado di appagarlo. Casomai, la difficoltà sarà quella di orientarsi tra le tante proposte diverse.

La qualità è diventata il punto di partenza dell’alimentazione in vacanza. Anche se preparare da mangiare per migliaia di persona sembra un’impresa ardua, questo non va a pregiudicare la bontà dei piatti serviti al ristorante à la carte o presentati al buffet. Ciascuna nave poi potrà prevedere, oltre ai ristoranti compresi nel costo del soggiorno o nei pacchetti, soluzioni a pagamento di altissima qualità.

Se il buffet in molti casi è aperto per gran parte della giornata, anche le fasce orarie dei ristoranti lasciano ampi margini di manovra: di solito la colazione è servita tra le 6.30 e le 10, il pranzo dalle 12 alle 15.30, la cena ripartita su due turni alle 20 e alle 21.30. Insomma, a bordo può mangiare quasi 24 ore al giorno, anche per spuntini fuori orario.

Mangiare in crociera a colazione

Forse la colazione è il pasto che più diverte in crociera e riveste maggior fascino. È il momento in cui sulla tavola può esserci davvero di tutto: immancabile la colazione all’italiana con cornetti, pane e marmellata, fette biscottate, brioches, nutella; però c’è grande spazio per la colazione internazionale con omelette e uova cotte in vario modo, bacon, formaggi, salumi, salsicce. E ancora latte e yogurt, frutta, cereali, succhi, the, caffè in varie versioni, cappuccino. E si può fare colazione al buffet, al ristorante e persino in cabina.

La cena a bordo

Se per pranzo spesso si sceglie il buffet, a cena di solito si preferisce il ristorante. Si dovrà scegliere tra i due turni e poi non resta che divertirsi: il tavolo normalmente è da sei o da otto persone, è lo stesso per tutte le sere della vacanza, e i posti sono assegnati dalle compagnie secondo criteri di somiglianza tra gli ospiti: per esempio diverse coppie di sposi o comitive di amici. La cena spesso è un modo per fare amicizia sulla nave. Ogni sera ci sono iniziative particolari al ristorante, come cene tipiche, spesso all’italiana. Di solito vengono serviti almeno sue primi, secondi, frutta e dolce.

Bere in crociera

Discorso diverso va fatto per le bibite a bordo, che sono legate alla scelta di pacchetto fatta al momento della prenotazione della crociera o a quanto si stabilisce quando si mette piede sulla nave. I camerieri infatti possono proporre pacchetti delle bibite alcoliche e analcoliche e dell’acqua, che variano a seconda della quantità di bevande di cui si intende usufruire.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *