Msc Crociere lusso Msc Voyagers Club

In casa Msc arriva Michael Ungerer, ceo del nuovo brand lusso 

Arriva un’importante spinta sul lusso da parte di Msc Crociere, che sta realizzando una divisione ad hoc e negli scorsi giorni ha annunciato la nomina di Michael Ungerer nel ruolo di ceo del nuovo marchio luxury della compagnia.

Ungerer è una figura con esperienza trentennale nelle crociere e nell’ospitalità del settore lusso. Sarà operativo soprattutto dal quartier generale di Ginevra e riporterà direttamente all’executive chairman di Msc Crociere Pierfrancesco Vago.

«Questa nomina segna un importante passo in avanti nella creazione di una struttura organizzativa solida che guiderà lo sviluppo del nostro nuovo marchio di lusso – ha commentato Vago – Per noi si tratta di un passaggio naturale, frutto del lavoro svolto sin dall’inizio all’interno di Msc Crociere, che ci ha permesso di realizzare l’Msc Yacht Club, la nostra idea di luxury brand per far vivere ai passeggeri un’esperienza esclusiva in una sorta di nave nella nave».

Il nuovo brand lusso arriva dopo l’ordine, confermato a Fincantieri a inizio 2019, per la costruzione di quattro navi per le crociere di lusso. Le unità, che hanno un valore complessivo superiore ai 2 miliardi di euro, avranno una stazza lorda di circa 64mila tonnellate.

La consegna della prima è prevista entro la primavera del 2023. Le successive tre entreranno in servizio negli anni seguenti, una all’anno, fino al 2026.

Oltre all’estrema cura dei dettagli, queste navi saranno dotate delle più recenti e avanzate tecnologie ambientali e marittime. Saranno super yacht dal design altamente innovativo e introdurranno nel segmento del lusso un’ampia gamma di nuovi servizi e attività per i passeggeri, oltre che nuovi spazi da condividere.

Il nuovo ceo del brand si è detto «onorato di avere la possibilità di portare avanti un progetto unico nel suo genere. Si tratta del coronamento di un percorso professionale che completa la mia esperienza nei settori  dell’ospitalità di lusso e delle crociere – ha aggiunto – Sono entusiasta di poter lavorare a stretto contatto con un leader visionario come Pierfrancesco Vago e con un nome storico nel settore dello shipping come quello della famiglia Aponte, che è riuscita a costruire nel corso degli anni un business sostenibile, portando avanti una cultura incentrata sulle persone, con valori che condivido profondamente».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *