Odyssey of the Seas taglio della lamiera steel cut

Royal Caribbean, taglio della lamiera della nuova nave Odyssey of the Seas

Royal Caribbean International ha celebrato il taglio della lamiera della sua seconda nave di Classe Quantum Ultra. La cerimonia di steel cut si è svolta ai cantieri navali di Meyer Werft, a Papenburg, in Germania. Con l’occasione, la compagnia di crociere ha svelato il nome di quella che sarà la sua 27ª unità: si chiama Odyssey of the Seas e il suo debutto è previsto nell’autunno del 2020, con crociere in partenza dagli Stati Uniti.

Sarà una nave rivoluzionaria sotto tanti aspetti, che presenterà tecnologie all’avanguardia, tanti comfort ed esperienze a bordo innovative. Odyssey of the Seas è la nave gemella di Spectrum of the Seas, unità che Royal Caribbean farà navigare in Cina nel 2019, costruita anch’essa a Papenburg.

Spectrum è la prima ad avere la zona privata per gli ospiti delle suite Golden e Silver, ha nuove tipologie di cabine (per esempio, per le famiglie che vogliono trascorre più tempo insieme ci sarà, è prevista, per la prima volta a bordo di una nave, la Ultimate Family Suite, super cabina di 260 metri quadri su due livelli, che può ospitare fino a 11 persone), concetti gastronomici innovativi, funzionalità ed esperienze all’avanguardia come Sky Pad, il trampolino per bungee jumping in realtà virtuale a poppa dell’imbarcazione, che grazie a un visore permetterà di vivere un’avventura nella stratosfera in un altro spazio, tempo o pianeta.

Mentre la costruzione di Odyssey prende il via con il taglio della lamiera, Spectrum of the Seas – 170mila tonnellate di stazza lorda – debutterà a Shanghai a giugno 2019 e ospiterà 4.246 persone e 1.551 membri dell’equipaggio.

Di fatto, la nuova classe Quantum Ultra di Royal Caribbean International, con Spectrum of the Seas e Odyssey of the Seas, incarna la passione della compagnia per tutto ciò che concerne la sfera dell’innovazione, la ricerca della tecnologia e la cura del dettaglio per offrire ai propri ospiti delle crociere ricche di esperienze.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *