nave crociera crociere

Crociere, verso la ripresa nel Mediterraneo ad agosto

Si respira un cauto ottimismo nel settore delle crociere, con un agosto che potrebbe segnare una parziale riapertura degli itinerari sul mercato Italia. Si fanno più consistenti le voci che riguardano imbarchi nei porti italiani per crociere nel Mediterraneo. Potrebbero tornare a salpare sia Costa Crociere che Msc Crociere – con un paio di navi ciascuna – ma non c’è ancora nessuna conferma ufficiale.

Viaggi di certo un po’ diversi da quelli a cui il mondo della crocieristica ci ha abituato, ma anche per questo unici nel loro genere, che avrebbero l’Italia come protagonista indiscussa della vacanza, ma possibili scali anche nei porti francesi. Del resto proprio i cugini d’Oltralpe sono stati tra i primi in Europa ad allentare le restrizioni in questa Fase 3 verso gli arrivi di viaggiatori italiani.

Intanto le compagnie stanno mettendo a punto i protocolli di sicurezza ulteriormente migliorati per tenersi pronte alla ripartenza.

Anche l’Osservatorio Ticketcrociere si dice fiducioso sulla ripartenza. «Siamo ottimisti sulla ripresa ad agosto e stiamo notando che c’è una gran voglia da parte degli italiani di tornare in crociera – dice l’amministratore Nicola Lorusso – Per esempio, ci sono arrivate tantissime richieste di persone che volevano partire a luglio, che non erano aggiornate sul fatto che fino alla fine di quel mese le navi sono sicuramente ferme. Per non parlare delle richieste per agosto, che stiamo tenendo in stand by, invitando i possibili crocieristi a ricontattarci tra una settimana/10 giorni per aggiornamenti».

L’agenzia di viaggi online ha scelto di non chiudere durante il lockdown per continuare a garantire il servizio ai clienti in qualsiasi momento, nella gestione delle cancellazioni e negli spostamenti delle date di partenza previsti dal meccanismo dei voucher. «E stiamo continuando a lavorare sui voucher, spostando le date di mese in mese – aggiunge – Segno che non c’è paura, ma tanta voglia di viaggiare e che tutti attendono solo che questo sia possibile. Sono in tanti a voler partire ad agosto o comunque nel 2020; altri invece hanno spostato tutto di un anno opzionando le stesse date per il 2021. Ma la buona notizia è che non stiamo lavorando solo sui voucher, ma arrivano tante nuove prenotazioni. È presto per fare bilanci, ma andiamo avanti con fiducia».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *