governo consiglio dei ministri

Crociere, via libera del governo ma manca la data

È stata una lunga settimana per le compagnie di crociere. Il consiglio dei ministri del 29 luglio ha fatto un passo in avanti nei confronti del settore, rimuovendo il blocco delle operazioni. C’è quindi un via libera, ma di fatto la situazione non si è sbloccata davvero.

Se in governo infatti non ha prorogato lo stop, non ha nemmeno individuato una data certa per la ripartenza delle navi. Mancherebbe l’approvazione del protocollo sanitario – di competenza del ministero della Salute – che indicherà le linee guida di comportamento per i passeggeri che saliranno a bordo.

Le compagnie speravano di avere una data certa entro oggi 31 luglio, ma potrebbe slittare tutto alla prossima settimana. È infatti in programma una riunione del comitato tecnico scientifico il 6 agosto, in cui si potrebbe arrivare all’approvazione delle regole d’imbarco per la ripartenza in sicurezza.

La ripartenza a metà agosto non è da escludere e si spera ancora in un’accelerazione dell’iter rispetto alla riunione prevista.

In attesa di certezze che ancora non sono arrivate, le compagnie – nello specifico Msc Crociere e Costa Crociere – stanno armando le navi, richiamando gli equipaggi, allertando i fornitori per gli approvvigionamenti. I porti hanno avviato le macchine e i terminal crociere si stanno comunque preparando per farsi trovare pronti. Tutte operazioni che hanno bisogno di tempo e non possono essere improvvisate da un giorno all’altro.

I protocolli che le compagnie adotteranno hanno standard altissimi di sicurezza e il riempimento delle navi dovrebbe essere del 70%. Oltre alla salute a bordo, anche le escursioni sono studiate per garantire la sicurezza dei passeggeri.

Intanto il 1° agosto segna una data importante per le navi del Mediterraneo. La Grecia infatti riapre 6 porti alle navi da crociera, in attesa che le stesse navi siano autorizzate a navigare e ad attraccare. Si tratta di Atene (Pireo), Rodi, Iraklio (Creta), Volo (Tessaglia), Corfu e Katakolo (Peloponneso), scali che permettono di raggiungere le principali mete turistiche del Paese. La Grecia sarò parte degli itinerari al riavvio delle operazioni.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *