Turisti cinesi negli Stati Uniti, il tour in California

Nella prima parte del mio viaggio negli Stati Uniti non vi avevo raccontato che la guerra dei dazi tra gli States e la Cina di certo non sta favorendo il turismo dei miei connazionali. Addirittura c’è chi ipotizza che nel 2020 potrebbero esserci 2 milioni di visitatori cinesi in meno, che oggi sono il terzo mercato di arrivi negli Usa con una spesa media di 5.800 dollari a visita. Ed è la spesa media pro capite più alta di tutte le altre nazionalità.

Detto ciò, dopo essere rimasta stregata da New York, città in cui già desidero tornare, ho proseguito nel mio itinerario negli Stati Uniti. Ho preso un volo per la California, spostandomi dall’Oceano Atlantico al Pacifico.

California

La California è sul fianco occidentale degli Stati Uniti ed è lunga quasi 900 miglia. Il suo territorio presenta paesaggi molto diversi tra loro e un clima variabile a seconda delle latitudini e dalla vicinanza alla costa.

Ho visto spiagge, scogliere, deserto, montagne della Sierra Nevada, campi coltivati nella Central Valley, foreste di sequoie. Per non parlare di quanto sono diverse tra loro le sue città e destinazioni principali: San Francisco, Los Angeles, San Diego.

Sono partita da San Francisco, sulla costa settentrionale. È una delle metropoli più tecnologiche che ci siano e si è sviluppata su colline. Chi non ha mai visto almeno una foto del Golden Gate Bridge?

È il simbolo della città e tra i luoghi più fotografati degli Stati Uniti ed è in grado di esaltarne il paesaggio. È un ponte sospeso che unisce la baia di San Francisco all’Oceano Pacifico, spesso attraversato da banchi di nebbia. Congiunge la penisola di San Francisco alla parte meridionale della Contea di Marin.

E anche qui, non potevo perdermi lo shopping e il lusso di Market Street, e la piazza centrale Union Square. E visto che ero da quelle parti, sono stata a visitare il quartiere di SoMa, ricco di bar e di discoteche.

Hollywood

E anche questa è un’immagine che difficilmente state vedendo per la prima volta. Los Angeles è la sede dell’industria dell’intrattenimento di Hollywood.

È una tappa imperdibile della California e infatti non me la sono persa! Ho immaginato la vita delle star mentre visitavo la leggendaria Beverly Hills e sono entrata nelle boutique di lusso di Rodeo Drive. Il clima è molto diverso da quello di San Francisco, si sente che sto andando verso sud.

Sono stata a Bel Air, a Venice Beach e ho percorso la Hollywood Walk of Fame. E visto quanto mi piace il cinema, ho dedicato molto tempo ai parchi tematici dedicati alle grandi case di produzione: la Universal Studios e la Paramount.

Il parco Universal Studios Hollywood si può girare a bordo di un trenino, passando attraverso i set di film o serie tv (per esempio Psyco, Lo squalo o Desperate Housewives. Si possono poi vedere da lontano set cinematografici attualmente in produzione, si può assistere a spettacoli, musical, proiezioni di film. E poi ci sono le attrazioni a tema, come Ritorno al futuro o Jurassic Park.

Comunque, non è facile far capire Los Angeles a chi non c’è mai stato: credo sia proprio un’esperienza da vivere e la consiglio a tutti.

San Diego zoo

Mi sono spinta ancora più a sud, fin quasi al confine con il Messico, per vedere San Diego. Famosa per il più grande zoo al mondo, in cui gli animali vivono nell’habitat naturale. Un altro motivo di fascino è il surf, e poi San Diego è ricca di attrazioni turistiche e di musei.

Ci sono parchi bellissimi, come per esempio il Balboa Park, considerato il polmone verde della città. Tra i quartieri da non perdere, la zona storica di Gaslamp Quarter, dove fare un tuffo nel passato tra negozi di antiquariato ed edifici dell’Ottocento; e anche la Old Town dove sono evidenti le origini ispaniche della seconda città per densità della California.

A proposito di questo Stato e di tutto quello che andrebbe visto, c’è il famosissimo Yosemite National Park sulla catena montuosa della Sierra Nevada, con una grandissima varietà di flora e fauna, gli alberi di sequoia e i famosi orsi; è il parco per eccellenza di chi pratica arrampicata, viste le sue pareti a strapiombo. E poi la celebre Death Valley, per attraversare il deserto arido con il suo panorama mozzafiato.

Per non parlare della Silicon Valley, polo tecnologico del Paese e forse del mondo, che si trova non lontano da San Francisco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *