crociere ghiaccio

Crociere, verso il record nel 2019 di 30 milioni di passeggeri

Che cresca l’interesse per il mondo delle crociere e che siano sempre di più le persone che le scelgono è fuor di dubbio. Ce lo hanno detto i numeri degli ultimi anni. Ce lo annunciano le previsioni della Clia (Cruise Line International Association) per il prossimo, che parlano di record di 30 milioni di crocieristi nel 2019.

L’associazione internazionale dell’industria crocieristica, la più grande del settore, prevede infatti anche per il prossimo anno il prolungarsi di una crescita ormai avviata da tempo: la stima è un +6% rispetto ai 28,2 milioni di passeggeri registrati nel 2018.

Crociere per single, viaggi enogastronomici, voglia di freddo tra ghiacci e fiordi, itinerari ed esperienze uniche, navi tutte al femminile, vacanze esotiche. Sono tante e diverse tra loro le scelte dei viaggiatori.

Le offerte crocieristiche di un settore che è in rapida evoluzione, infatti, secondo la Clia vanno dalle “culinarie ed enogastronomiche” (con “Le Cordon Bleu” chef), a quelle “avventuriere” (alla scoperta del Machu Picchu o delle Galapagos), o ancora la grande “voglia di freddo” (viaggi in Antartico o in Alaska). Ci sono anche crociere “tutte al femminile”, con itinerari e interessi pensati per mettere in contatto le donne, o navi per “cuori solitari” o “single”, che stanno crescendo rapidamente in popolarità.

Per merito di un trend che si sta mostrando stabilmente positivo, l’associazione dell’industria crocieristica calcola che oggi lavorano nel comparto circa 1.110.000 persone, per una retribuzione complessiva pari a 45,6 miliardi di dollari. Il fatturato totale è 134 miliardi di dollari.

Sono numeri che già il prossimo anno sono destinati a crescere, basti pensare al fatto che nel 2019 navigheranno 18 nuove navi da crociera. Il totale di imbarcazioni di questo tipo che girano i mari di tutto il mondo salirà quindi a 272.

“Le previsioni e gli studi ci mostrano che il settore delle crociere ha ancora prospettive immense – dice Cindy D’Aoust, presidente e ad di Clia – e che le tendenze in atto riflettono una profonda rivoluzione, con un mix tra la voglia dei viaggiatori di avere sempre nuove e uniche esperienze e le innovazioni dalle compagnie”.

Altro capitolo importante dell’analisi riguarda la tecnologia: le nuove crociere rispettano i criteri di turismo sostenibile; a bordo è possibile connettersi a Internet e utilizzare il wifi; le navi sono tecnologicamente evolute, dotate di tecnologia smart (come chiavi digitali o braccialetti elettronici). Alcune crociere sono addirittura nate per i digital nomad, ovvero persone che lavorano da remoto e hanno la possibilità di svolgere la loro professione anche lontano migliaia di chilometri, in giro per mare su una nave.

Che la tecnologia abbia fatto passi da gigante anche per mare va di pari passo con le esigenze dei viaggiatori: infatti, ricorda Clia, solo su Instagram l’hashtag travel conta 351 milioni di post.

Per finire, la crociera è sempre più un viaggio per tutte le età. Anche questo ormai è un trend consolidato che ha sfatato una serie di miti. Tutte le offerte variegate e sempre nuove rispondono alle esigenze anche dei più giovani: esistono viaggi verso festival musicali o diretti alle destinazioni più gettonate dai ragazzi itinerari tematici, esplorazioni ai confini del mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *